18 Ottobre 2021
๐‚๐Ž๐‹๐ƒ๐ˆ๐‘๐„๐“๐“๐ˆ ๐“๐Ž๐’๐‚๐€๐๐€: ๐€๐†๐‘๐ˆ๐“๐”๐‘๐ˆ๐’๐Œ๐Ž, ๐๐„๐๐„ ๐Ž๐‹๐„๐Ž๐“๐”๐‘๐ˆ๐’๐Œ๐Ž ๐„ ๐’๐„๐Œ๐๐‹๐ˆ๐…๐ˆ๐‚๐€๐™๐ˆ๐Ž๐๐„ ๐๐„๐‹๐‹๐„ ๐๐‘๐Ž๐‚๐„๐ƒ๐”๐‘๐„ ๐๐‘๐Ž๐๐Ž๐’๐“๐„ ๐ƒ๐€๐‹๐‹๐€ ๐†๐ˆ๐”๐๐“๐€ ๐‘๐„๐†๐ˆ๐Ž๐๐€๐‹๐„
Dopo il glamping, il campeggio di lusso, che una modifica del regolamento regionale sugli agriturismi chiesta da Coldiretti ha finalmente reso possibile anche in Toscana, รจ il turno dellโ€™oleoturismo.
Lโ€™approvazione della proposta di modifica alla legge 30/2003 per adeguare la normativa regionale alla Finanziaria 2019 che estende allโ€™oleoturismo le stesse disposizioni giร  emanate per lโ€™enoturismo รจ destinata, secondo Coldiretti Toscana, ad imprimere una nuova spinta allโ€™accoglienza rurale toscana. Poco piรน di 30.000 aziende agricole, tante sono quelle che possiedono uliveti e producono olio extravergine, potranno aprire a turisti ed appassionati le porte dei loro oliveti e dei loro frantoi, organizzare degustazioni e laboratori didattici e commercializzare in loco le produzioni aziendali cosรฌ come giร  accade per il turismo del vino. โ€œEโ€™ una grande opportunitร  in una regione che puรฒ vantare ben quattro produzioni a denominazione di origine protetta DOP ed una IGP che valorizza le tante straordinarie varietร  territoriali. Nella nostra regione ogni azienda, piccola o grande che sia, produce extravergine di grande qualitร . - commenta Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Toscana - Il turismo enogastronomico รจ la principale motivazione di viaggio e questo la dice lunga sullโ€™importanza di diversificare ed adeguare lโ€™accoglienza rurale alle nuove frontiere del turismo nellโ€™era post-Covidโ€.
La proposta รจ ora attesa in consiglio regionale per il consueto iter e, si spera, la definitiva approvazione. Ma non รจ lโ€™unica modifica importante inserita nella proposta di legge. Tra le novitร  piรน interessanti cโ€™รจ la modifica della previsione relativa alla possibilitร  di sistemazione temporanea delle famiglie negli agriturismi, con lโ€™aggiunta di letti supplementari nelle camere e nelle unitร  abitative indipendenti per lโ€™alloggio di bambini. Oppure, la possibilitร  di demolire e ricostruire in altre zone di proprietร  dellโ€™azienda altrimenti non utilizzabili, anche nei comuni limitrofi. La proposta prevede inoltre che l'attivitร  agrituristica possa essere svolta sia in edifici con destinazione d'uso a fini agricoli che in edifici classificati come civile abitazione. โ€œSiamo di fronte ad un percorso di semplificazione ed evoluzione da noi piรน volte auspicato - analizza ancora Filippi - che mette nelle condizioni le imprese agricole di realizzare interventi sugli immobili senza Piano di miglioramento aziendale. Eโ€™ un bel passo in avanti in chiave sviluppo rurale. Finalmente si mettono a disposizione delle imprese strumenti urbanistici adeguati e moderni rispetto ai nuovi bisogni delle aziende agricoleโ€.
Firenze, 18 ottobre 2021

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi