430 Views

27 Febbraio 2023
GIOVANI: 44% IMPRENDITORI VERSO PENSIONE NEI PROSSIMI 5 ANNI E’ SPINTA SPRINT PER RIVOLUZIONE GENERAZIONALE

Rivoluzione generazionale nelle campagne toscane dove 4 imprenditori agricoli su 10 (44%) è in età potenzialmente pensionabile da qui ai prossimi 5 anni. In Toscana sono 17.324 i conduttori over 60 che si stima potrebbero lasciare la guida della propria azienda agricola per trasferirne la gestione a figlio, nipoti o parenti. Un dato superiore alla media nazionale (40%) che posiziona la nostra regione al quarto posto di questa speciale graduatoria. A dirlo è Coldiretti Toscana sulla base di una stima del Centro Studi Divulga presentata in occasione della fase finale degli Oscar Green nazionali. “L’eredità ed il capitale fondiario delle aziende non va dispersa ma resta all’interno dell’universo famigliare grazie a figli e nipoti, in un caso su quattro diplomati o laureati, che hanno il compito di traghettarle verso nuovi orizzonti, innovativi, multifunzionali, sostenibili e più digitali. – spiega Francesca Lombardi, Delegata Giovani Impresa Coldiretti Toscana – Il passaggio di testimone è forte nella nostra regione: il 63% delle imprese agricole ha rivelato l’azienda da un famigliare o da un parente. La spinta dei giovani è fondamentale per garantire insieme alla continuità aziendale la presenza nelle campagne, nei borghi di montagna e nelle località più marginali. Questa transizione è garantita anche dalla nascita di tante imprese under 40 e lavoratori: sono oltre 4 mila, il 7% del totale, i 25 mila coltivatori diretti”. Fondamentale, in questo scenario, continuare a investire risorse: per questo motivo la Pac, la nuova Politica Agricola Comune, così come il Piano di Sviluppo Rurale che ha stanziato 40 milioni di euro tra premi di primo insediamo ed investimenti per le nuove imprese o i bandi di Ismea, hanno un ruolo decisivo nel presente ma ancora di più nel futuro”.

Per assicurare una ulteriore spinta alla rivoluzione generazionale nelle nostre campagne Ismea ha attivato la misura “Generazione Terra” che finanzia fino al 100% per un massimo di 1,5 milioni di euro il prezzo di acquisto dei terreni da parte di giovani già insediati o che intendono insediarsi in agricoltura può imprimere un nuovo impulso all’agricoltura giovanile regionale. “L’accesso alla terra e quello al credito sono le maggiori criticità per i giovani che vogliono aprire un’azienda agricola. – conclude la Delegata regionale dei Giovani – La mancanza di capitale fondiario, terreni, ed i costi per acquistarli, sono tra i principali ostacoli che vanificano le aspettative. Il bando di Ismea è sicuramente una delle misura che ha l’obiettivo di realizzare i sogni ed i progetti di molti giovani che rischiano di restare nel cassetto”.

Al bando possono inoltre accedere gli imprenditori di età inferiore a 41 anni che vogliono: ampliare la superficie della propria azienda mediante l'acquisto di un terreno, confinante o funzionalmente utile con la superficie già facente parte dell'azienda agricola condotta in proprietà, affitto o comodato, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda; consolidare la superficie della propria azienda mediante l'acquisto di un terreno già condotto dal richiedente, con una forma contrattuale quale il comodato o l'affitto, da almeno due anni alla data di presentazione della domanda.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi