25 Luglio 2008
ACCORDO TERRANOSTRA – SOCIETA’ CONSORTILE FONOGRAFICI PER AZIONI

La Società Consortile Fonografici per Azioni, che è il consorzio più rappresentativo dei produttori discografici, costituito per esercitare in modo collettivo i diritti di utilizzazione relativi ai fonogrammi, in queste ultime settimane, sta sollecitando gli imprenditori agrituristici toscani a saldare quello il compenso richiesto.
Agli imprenditori che ci hanno chiesto spiegazioni in merito comunichiamo quanto segue:
La richiesta è lecita, in virtù di una legge vecchia, la n. 633 del 22 aprile 1941 “Protezione del diritto d’autore e di altri diritti connessi al suo esercizio”.
La norma infatti stabilisce che il diritto di comunicazione al pubblico dei fonogrammi, previsto dall’articolo 73 bis, è consentito solo previo pagamento ai produttori degli stessi di un equo compenso, comprensivo della quota prevista a favore degli artisti interpreti esecutori, nonché previo ottenimento da terzi di ogni altra necessaria licenza.
Non è  un versamento alternativo al pagamento dei diritti Siae (che compensano gli autori) ma aggiuntivo (che riguarda gli interpreti).
Per agevolare gli imprenditori agrituristici, Terranostra ha stretto con SCF un accordo che prevede un abbattimento degli importi dovuti del 15 per cento, sconto che vale solo per gli associati.
Per saperne di più mettersi in contatto con la segreteria provinciale di Terranostra.

Per risparmiare acqua quali di questi accorgimenti metti in pratica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi