19 Febbraio 2008
AREZZO: IL PATRONATO DI COLDIRETTI GUARDA AL FUTURO

14.000 ore di apertura degli sportelli di assistenza al cittadino, 150 ore di assistenza medica assicura, oltre 1900 utenti assistiti da EPACA che hanno ottenuto prestazioni economiche con esito positivo e non solo.
Particolare attenzione è stata data da EPACA all’assistenza agli infortunati sul lavoro. Nel corso del 2007 sono stati 338 quelli che hanno visto riconosciuti gli esiti di un infortunio grazie all’assistenza gratuita fornita da EPACA.
Sul fronte delle pensioni, 320 sono stati i cittadini che, alla media di uno il giorno, hanno ottenuto nel 2007, la pensione rivolgendosi semplicemente a EPACA.
Bastano questi numeri per tracciare una fotografia dell’importante attività svolta in territorio aretino, un territorio vasto e diversificato, dove lo sportello EPACA è sempre più sinonimo di semplificazione, rapidità e qualità, per i cittadini che intendono richiedere prestazioni Previdenziali o Assistenziali o semplicemente hanno necessità di informazioni su previdenza e servizi sociali
Lo ha spiegato Daniele Vigni, Responsabile Epaca di Arezzo, illustrando la performance, messa a segno negli ultimi dodici mesi. “Continueremo ad assicurare ai cittadini questi servizi, attività tradizionale e consolidata del nostro patronato – ha commentato il direttore di Coldiretti Arezzo Claudio Massaro, partecipando all’incontro annuale, che ha riunito tutti gli operatori Epaca della provincia e tutti i Dirigenti di Coldiretti Arezzo all’Auditorium comunale del capoluogo - ma a questi aggiungeremo altri nuovi progetti. Tra le cose che abbiamo in animo di fare c’è l’avvio di un punto di orientamento sociale sulla montagna cortonese: un progetto voluto per offrire alla popolazione residente un servizio mirato, per avvicinare e migliorare i servizi sociosanitari, per valorizzare l’area e dare risposte anche ai turisti che la frequentano”. Ma le iniziative di Epaca Arezzo per il 2008 sono anche più ambiziose e si legano, da un lato, al nuovo piano di sviluppo rurale, dall’altro, alla Fondazione Campagna Amica, grande contenitore ideato da Coldiretti per rafforzare i rapporti del mondo agricolo con i cittadini e i consumatori, come ha ricordato, chiudendo i lavori, il presidente di Coldiretti Tulio Marcelli.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi