23 Giugno 2022
BIOECONOMIA: LA TOSCANA SPERIMENTA LA FILIERA DEL CARDO, IL SERVIZIO DI “TERRE DI TOSCANA” (RAI)

La Toscana sperimenta le potenzialità della filiera del cardo per la raccolta del seme da avviare all’estrazione di olio provando a garantire una nuova panoramica di opportunità alle imprese agricole. Del cardo non si butta via nulla: dal fiore si può ottenere un ottimo miele, dai semi presenti nel capolino, la testa del cardo, si ricava olio e polimeri per la produzione di bio-plastiche, dalla carcasse del seme farine proteiche residue per la mangimistica ad uso zootecnico, dal fusto si possono ottenere invece biomasse utilizzabili per la produzione di energia ma anche lettiere e pacciamatura mentre dalle radici si può estratte l’enolina per applicazioni nella nutraceutica.

GUARDA IL VIDEO

Per risparmiare acqua quali di questi accorgimenti metti in pratica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi