320 Views

29 Dicembre 2022
CAPODANNO: EFFETTO RINCARI E INFLUENZA, CENONE IN CASA PER 65%

Capodanno in casa per più di 6 toscani su 10 (65%) che opteranno per il cenone fai da te nel segno della tradizione per risparmiare ma anche per la paura della ripresa dei contagi e della diffusione dell'influenza australiana. A dirlo è un sondaggio online condotto da Coldiretti Toscana secondo cui il 20% ha invece prenotato al ristorante. C’è infine un 15% di toscani che non ha ancora deciso cosa fare e dove trascorrere il San Silvestro.

Quello che è certo è che sulle tavole di 8 toscani su 10 (82%) non mancheranno le lenticchie portafortuna ed i chicchi di uva (61%). Ne vanno mangiati dodici, uno per ogni mese dell’anno. E di buon auspicio sono anche i melograni simbolo di riparo e protezione dai problemi che il nuovo anno potrebbe portare. E sorprendentemente portano fortuna anche gli spaghetti – spiega ancora Coldiretti Toscana – a patto però di cucinarli interi, senza spezzarli. Tra i cibi più gettonati per il cenone di Capodanno c’è ovviamente lo spumante (84%), immancabile sulle tavole insieme al cotechino o allo zampone (69%) secondo un’analisi Coldiretti/Ixe’.

Sul fronte turistico Coldiretti Toscana stima un aumento dei turisti superiore al 20% rispetto allo scorso anno, quanto le vacanze erano state fortemente frenate dalle limitazioni imposte dalla pandemia. Per le vacanze nelle festività di fine anno si registra un deciso orientamento a rimanere in Italia, scelta quest’anno come meta dall’87% dei vacanzieri, secondo Coldiretti/Ixe’. Sul podio delle destinazioni – continua Coldiretti Toscana – salgono le città e le località d’arte con il 54% seguite dalla montagna con il 23% mentre il resto si divide tra campagna, mare e terme. Il 57% ha scelto di alloggiare in case proprie o di parenti e amici mentre il 34% preferisce l’albergo ma tengono le formule alternative come bed and breakfast e agriturismi. Per le vacanze la spesa media è di 575 euro per persona con un aumento del 28% rispetto allo scorso anno, seppur con una forte polarizzazione tra una metà dei vacanzieri (48%) che si terrà sotto i 250 euro e un 9% che ne spenderà oltre 1000.

Quali buone pratiche hai messo in atto nella tuo quotidianità per ridurre l’uso della plastica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi