18 Marzo 2022
COVID: FIRENZE, AGRICOLTORI DONANO ULIVI IN RICORDO VITTIME PER MEMORIALE ARENGARIO PALAZZO VECCHIO

Gli ulivi donati dagli agricoltori di Coldiretti Toscana in collaborazione con Romiti Marco di Romiti Vivai per il memoriale delle vittime del Covid.

In occasione della Giornata nazionale in memoria delle vittime dell’epidemia da Coronavirus celebrata venerdì 18 marzo l’arengario di Palazzo Vecchio ha accolto alcune piante di ulivo con i nomi delle vittime fiorentine del Covid e una cerimonia alla presenza del sindaco Dario Nardella, della vicesindaca Alessia Bettini, degli assessori Benedetta Albanese, Sara Funaro e Alessandro Martini, del presidente del consiglio comunale Luca Milani, e dei direttori degli ospedali cittadini. Per Coldiretti Toscana ha partecipato all’iniziativa il Direttore Regionale, Angelo Corsetti.

Ricordiamo con commozione – ha detto il sindaco Nardella – le oltre 1100 vittime di Coronavirus a Firenze. La pandemia ha lasciato un segno indelebile ma oggi questa giornata porta con sé una consapevolezza maggiore: a due anni di distanza siamo più forti e coesi e abbiamo anche più speranza grazie ai vaccini e alle cure. Non ci stancheremo mai di ringraziare con tutto il cuore il personale sanitario che mai si è risparmiato”.

La cerimonia ha visto la partecipazione di Andrea Bernardini, trombettista della Silent king big band dell’orchestra ReMuTo coordinata dal professor Luca Marino. Le piante sono state allestite a cura di Coldiretti Toscana in collaborazione con Romiti Marco di Romiti Vivai. “Ringrazio la federazione di Pistoia e Romiti Marco di Romiti Vivai per aver messo a disposizione questi splenditi esemplari di ulivo con cui la città di Firenze ricordano le vittime del Covid”: spiega il direttore regionale, Angelo Corsetti.

 

 

 

 

Per risparmiare acqua quali di questi accorgimenti metti in pratica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi