18 Aprile 2008
CRESCERE E’ LO SLOGAN DI COLDIRETTI TOSCANA

“Come ogni anno, l’appuntamento programmatico si è rivelato l’occasione per fare il punto della situazione e pianificare l’attività futura. Da tutti gli interventi è emersa con evidenza la necessità di un riposizionamento nei confronti della politica regionale, poco propensa a dare il giusto valore alla rappresentanza. La nostra organizzazione dà voce a oltre la metà delle imprese agricole toscane: ha dunque un peso che le attribuisce la necessaria autorevolezzazza per intervenire sulle scelte che riguardano il settore. Proprio in virtù di questo, siamo ad avanzare richieste precise, interventi che giudichiamo indispensabili per non pregiudicare lo sviluppo delle aziende. Tra questi spiccano alcune revisioni normative,  urgenti e irrinunciabili, a cominciare dalla revisione della legge urbanistica, le cui magagne risultano ancora più evidenti, adesso che, anche sulla scorta del nuovo piano di sviluppo rurale, si cominciano a progettare nuovi investimenti. Su questo fronte, abbiamo interessato anche le amministrazioni locali che, in molti casi, hanno adottato atti ufficiali per sostenere la richiesta di modifica della lr.1/05. Su questa ed altre richieste ci auguriamo di avere al piu’ presto un confronto con la Regione Toscana”, ha detto il presidente Tulio Marcelli, concludendo i lavori del consiglio programmatico, tenuto martedì scorso all’Hotel Hilton Garden Inn di Firenze. Forte di un numero di associati tale da renderla la prima organizzazione agricola della regione, Coldiretti Toscana ipotizza di crescere ancora. Verso la politica, dove “occorre davvero modificare la forma di concertazione, se si vogliono ottenere risultati davvero a favore dello sviluppo delle imprese e del settore; nella rappresentanza; verso la società, “attraverso le adesioni alla fondazione Campagna Amica, che farà di Coldiretti una autentica forza sociale”, ha concluso il presidente.

Quale di questi accorgimenti hai messo in pratica per far fronte ai rincari dei prodotti alimentari?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi