1 Agosto 2022
GOVERNO: LE 5 PRIORITA’ DEGLI AGRICOLTORI TOSCANI, PRESENTATO IL DOCUMENTO

Dalla legge di bilancio ai 35 miliardi di euro di fondi europei da non perdere, dai secchi no al nutriscore, ai sistemi di allarmistici di etichettatura a semaforo che l’Europa vorrebbe introdurre, al cibo sintetico prodotto in fabbrica e al trattato commerciale UE-Mercosur fino alla battaglia fondamentale per l’indicazione di origine in etichetta ma anche la necessità di attuare al più presto le misure del Pnrr. Ed ancora lo stop alla proliferazione ai cinghiali con Coldiretti pronta a chiedere al nuovo Governo anche un decreto legge urgentissimo per modificare l’articolo 19 della legge 157 del 1992, ampliare il periodo di caccia al cinghiale e dare la possibilità alle Regioni di effettuare piani di controllo e selezione nelle aree protette per concludere con il piano invasi per affrontare i cambiamenti climatici e la siccità. Sono sinteticamente le cinque priorità di Coldiretti per i primi 100 giorni del Governo presentate a Casa Coldiretti, a Porta a Prato, a Firenze, in occasione del consiglio federale alla presenza del vice presidente della Regione Toscana, Stefania Saccardi dell’assessore del Comune di Firenze, Cecilia del Re. “La campagna elettorale – ha ribadito Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Toscana – non fermi gli interventi necessari per garantire la sopravvivenza delle imprese agricole, gli investimenti per ridurre la dipendenza alimentare dall’estero e assicurare a imprese e cittadini la possibilità di produrre e consumare prodotti alimentari al giusto prezzo. Il documento sarà consegnato a tutti i candidati toscani in vista delle prossime elezioni amministrative”.

L’iniziativa a Casa Coldiretti è stata anche l’opportunità, vista la presenza del vice presidente Saccardi di un’amplia platea di imprenditori e rappresentanti di associazioni e consorzi, di un primo bilancio di quelle che sono state anche le istanza presentate da Coldiretti e raccolte dalla Regione Toscana da parte dell’amministrazione Giani. “Diamo atto al vice presidente Saccardi – ha spiegato Filippi – di aver dimostrato impegno, capacità di ascolto e concretezza nel rispondere ai bisogni e alle richieste del mondo agricolo. E’ giusto dire le cose come stanno”.

Il Presidente di Coldiretti ha ripercorso alcune delle principali tappe della fattiva collaborazione con la Regione Toscana come “la delibera di autotutela per far fronte alla devastazione della fauna selvatica così come l’impegno della Saccardi nella conferenza Stato Regioni, a cui ha partecipato il Presidente Nazionale, Ettore Prandini, che ha portato alla conferenza stampa unica degli assessori, evento unico nella storia, per chiedere una risposta unitaria a livello nazionale per affrontare la proliferazione ormai fuori controllo dei cinghiali”. Tra gli atti ritenuti strategici la recente delibera di revoca della zona non vocata su tutto il territorio dell’Isola d’Elba nei confronti della quale ora Coldiretti ha ribadito la necessità di mettere in pratica le misure di contenimento previste al più presto.

La Toscana è stata la prima regione in Italia a destinare risorse per la progettazione di opere irrigue da parte dei Consorzi di Bonifica nell'ambito del Bilancio 2022 della Regione Toscana. Una richiesta sollecitata proprio da Coldiretti insieme ai Consorzi di Bonifica. “I cambiamenti climatici e la disponibilità di acqua per l’irrigazione  e gli allevamenti ma anche per difenderci dagli incendi sono già una priorità del presente. – ha ricordato il Presidente di Coldiretti, Filippi – La siccità ha compromesso in questa annata il 30% delle produzioni agricole regionali. I modelli statistici ci dicono che questi eventi estremi saranno sempre più frequenti. Per accelerare la realizzazione di queste opere infrastrutturali c’è bisogno di meno burocrazia: in questo senso riconosciamo la sensibilità di aver accolto il nostro invito ad una riflessione sulla possibilità di semplificare la progettazione e realizzazione di invasi con uno snellimento delle procedure”. Per portare un contributo concreto Coldiretti ha consegnato al Governatore Giani, presente a Casa Coldiretti per la firma del manifesto contro il cibo sintetico, documento di analisi su quelle che sono le criticità e le soluzioni per riattivare invasi oggi non utilizzati e realizzarne di nuovi”.

Se la Toscana è regina dell’agriturismo con il maggior numero di strutture riuscendo ad intercettare un turista su cinque che dorme nelle campagne italiane è merito anche della legislazione che ne disciplina l’attività. Coldiretti ha ricordato, tra gli ultimi provvedimenti, la possibilità di realizzare i glamping, o meglio conosciuti come campeggi glamour e di effettuare l’asporto, novità che in tempo di pandemia è stata molto importante fino alle norme urbanistiche e al lavoro coordinato sui bandi e sulla sperimentazione per procedure semplificate dei Piano di Sviluppo Rurale. Non ultimo la prossima sperimentazione di quello che Coldiretti ha definito super CAA per gli Enti Locali.

Infine il tema del prezzo del latte e del contrasto alle pratiche sleali con la legge voluta da Coldiretti per tutelare gli agricoltori dalle speculazioni sui costi. Tra i temi più caldi quello sull’accordo del prezzo del latte alla stalla che costringe gli allevatori a vendere sotto costo e a non aver riconosciuto nemmeno i costi di produzione. Coldiretti, al termine della grande manifestazione in centro a Firenze lo scorso 17 febbraio, si era rivolta all’Ispettorato Centrale Repressione Frodi della Toscana per segnalare le pratiche sleali in questo settore. “Il prossimo 3 agosto, in occasione del tavolo per la valorizzazione dei prodotti toscani, torneremo su questo argomento in modo certamente costruttivo ma non possiamo negare che uno dei settori più importanti della zootecnia, quella da latte, sia oggi sotto attacco di un sistema che si fa beffa degli allevatori e delle istituzioni”.

Quale è la tua principale preoccupazione in questo momento?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi