21 Giugno 2008
IL BRUNELLO RICONQUISTA L’AMERICA

Scongiurato il blocco delle importazioni negli Stati Uniti del Brunello di Montalcino. Il Dipartimento del Tesoro americano ha infatti revocato il divieto, deciso dopo lo scandalo che aveva investito il vino senese e che sarebbe scattato lunedì prossimo.
Il Governo statunitense ha anche deciso di non pretendere una dichiarazione specifica all’ingresso del vino da parte delle dogane americane. Sarà richiesto agli importatori di avere disponibilità nei propri uffici, in caso di una ispezione, una dichiarazione emessa da un ente governativo italiano, attestante che il Brunello di Montalcino importato è in regola con i requisiti della Docg.
Coldiretti Toscana nell’apprendere la notizia ha espresso viva soddisfazione perché dopo la tempesta torna un po’ di sereno non solo per il prestigioso vino senese ma per tutta la viticoltura regionale. “Il 25 per cento della produzione totale di Brunello è assorbita dagli Stati Uniti – ricorda Coldiretti -, i maggiori importatori. A cui seguono altri paesi che dimostrano di apprezzare il vino prodotto a Montalcino. Nella graduatoria seguono la Germania (che assorbe il 9 per cento della produzione), la Svizzera (con il  7 per cento), il Canada (che acquista il 5 per cento), l'Inghilterra e il Giappone (a pari merito a quota 3 per cento). Gli Usa sono il principale riferimento del vino italiano: nonostante il tasso di cambio sfavorevole è made in Italy il 30 per cento delle bottiglie straniere consumate in un anno. Un record per il nostro paese – spiega ancora Coldiretti Toscana – che batte Australia, Argentina e addirittura la Francia. In America si beve soprattutto toscano, ovvero circa la metà (45 per cento) dei vini rossi Doc/Docg della  destinati all'estero. E a guidare la classifica sono il Chianti, il Nobile di Montepulciano e il Brunello di Montalcino”.  

Per risparmiare acqua quali di questi accorgimenti metti in pratica?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi