109 Views

16 Ottobre 2008
NO ALLE MANOVRE DELLA GIUNTA REGIONALE

Coldiretti non è d’accordo alla proposta della Giunta Regionale di rivedere la Legge sugli imprenditori Agricoli Professionali (IAP).
“Si riesuma una disposizione i cui termini sono scaduti a Dicembre 2007 e non si capisce il perché” dice Coldiretti parlando delle proposte di modifica alla legge sullo IAP.  
Ebbene oggi la Regione suggerisce di riaprire i termini per il passaggio semplificato dal vecchio albo degli imprenditori agricoli al nuovo elenco. Questo per “sanare” – dice la Regione ­- eventuali “situazioni critiche”.  “Riteniamo che sia un intervento senza senso” sottolinea Coldiretti spiegando le ragioni della bocciatura “ quei pochi imprenditori che non hanno utilizzato il passaggio  semplificato possono comunque seguire la procedura ordinaria.
E’ una questione di trasparenza. Riteniamo non sia corretto procedere all’iscrizione, come la Regione Toscana suggerisce, recuperando vecchie posizioni che nel frattempo potrebbero essersi modificate. Anzi, ci sembrerebbe opportuno che le Province concentrassero i controlli sulle iscrizioni  che derivano dal passaggio dal vecchio al nuovo elenco”.
 
Un altro punto contestato da Coldiretti riguarda la volontà della Regione di equiparare agli imprenditori agricoli  i soggetti pubblici che gestiscono aziende agricole. Questa proposta, osteggiata con forza da  Coldiretti, fu a suo tempo  stralciata dal testo portato in Consiglio Regionale; adesso la Giunta sta tentando di reintrodurla.
 “Non è accettabile – spiega Coldiretti – che soggetti pubblici sottraggano risorse ai veri imprenditori. Se passasse la proposta della Giunta gli Enti Pubblici potrebbero utilizzare i benefici previsti per gli imprenditori agricoli professionali dalla legge urbanistica e accedere alle misure del Piano di Sviluppo Rurale riservate alle imprese.  Una concorrenza sleale da parte di  “aziende” che  non sopportano il rischio d’impresa, ma scaricano sulla collettività le eventuali perdite di gestione.

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi