29 Gennaio 2008
ORTOFRUTTA: PARTITA LA RICOGNIZIONE PREVENTIVA

 
E’ partita la ricognizione preventiva per il pomodoro trasformato e gli agrumi sulla base dei dati produttivi del periodo di riferimento, inviati da Agea, ai produttori che devono confermarli o variarli.
Come è avvenuto in passato per altri settori produttivi (seminativi, zootecnia, olio, tabacco, ecc….) anche per il settore ortofrutticolo entra in vigore il regime di pagamento unico previsto dai Regolamenti (CE) n.1782/2003 e n.864/2004.
Tra i soggetti interessati figurano, oltre a quanti coltivano agrumi, pesche, pere e prugne destinati alla trasformazione, anche gli imprenditori che si dedicano alla produzione del pomodoro da industria, una coltura assai diffusa in Toscana, visto che copre oltre 3.000 ettari del territorio regionale.
In particolare, le novità rispetto al passato, sono le seguenti:
·        per il pomodoro trasformato e gli agrumi, trasformati e freschi, il regime di pagamento unico è entrato in vigore dal 1° Gennaio 2008.  Il disaccoppiamento è subito totale per gli agrumi, mentre per il pomodoro si tratta di un regime misto (50% accoppiato e 50% disaccoppiato) fino al 2011
·        Per pesche, pere e prugne destinate alla trasformazione è previsto un regime transitorio di tre anni, con il pagamento di un aiuto ad ettaro. Dal 2011, invece, è prevista l’attribuzione di titoli all’aiuto.
Dopo la conferma dei dati, che deve essere effettuata presso gli sportelli Caa Coldiretti di riferimento, gli Organismi Pagatori, entro il 31 marzo 2008, invieranno a ciascun produttore l’assegnazione dei titoli provvisori.
Tutti gli interessati quindi potranno  presentare la domanda di fissazione titoli e di richiesta premio agli Organismi Pagatori competenti entro il 15 maggio 2008.
I produttori interessati sono pregati di rivolgersi al CAA Coldiretti più vicino.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi