65 Views

16 Aprile 2009
Pacchetto igiene – Via libera alla registrazione semplificata

Tempo e denaro risparmiato per le imprese agricole e meno pratiche ad intasare gli sportelli del Suap dei comuni. La Regione Toscana, infatti, ha scelto di dare applicazione al regolamento CE 852/2004 (Pacchetto Igiene), seguendo la strada meno complicata e mettendo a punto un sistema semplificato per la registrazione delle imprese agricole, che producono prodotti vegetali destinati all’alimentazione.
A un anno di distanza dalla prima richiesta inoltrata da Coldiretti Toscana all’assessore alla sanità Enrico Rossi, dunque, l’obiettivo è stato finalmente raggiunto.
Era  l’8 maggio 2008 quando il presidente Tulio Marcelli sollecitava un incontro ad hoc, per presentare le  proposte di semplificazione, messe a punto dalla più importante organizzazione agricola.
Tra queste, Coldiretti suggeriva di utilizzare, per la registrazione delle imprese agricole di produzione primaria vegetale (resa obbligatoria entro il 2009 dal Pacchetto Igiene), i dati già presenti nel sistema informativo dell’agenzia regionale Artea: un sistema che, oltre a introdurre un comodo automatismo, capace di sollevare i comuni da una serie di incombenze burocratiche, appariva ideale anche per procedere ad aggiornamenti e a  segnalazione di eventuali variazioni degli indirizzi produttivi aziendali.
Ad aprile 2009, finalmente il via libera della Regione, comunicato ieri, in un incontro a cui ha partecipato anche l’Agenzia regionale toscana per le erogazioni in agricoltura (Artea) che nella nostra Regione gestisce l’anagrafe delle aziende agricole.
Il Presidente Marcelli e il Direttore Sorbo, hanno commentato: “Con questo sistema le aziende agricole potranno adempiere ad una delle formalità introdotte dalla norma comunitaria utilizzando la banca dati di Artea, risparmiando tempo e denaro. Per noi è un obiettivo pratico e politico importante. Non a caso, infatti, la semplificazione e la sburocratizzazione delle procedure sono stati due temi forti della mobilitazione promossa da Coldiretti e della manifestazione che si è tenuta a Firenze lo scorso 27 novembre”.

Quando acquisti un prodotto alimentare leggi l’etichetta?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi