19 Febbraio 2008
RICOGNIZIONE SETTORI AGRICOLI IN DIFFICOLTA’

Olivicoltura e zootecnia sono i due settori che, in Toscana, ad oggi, dimostrano di avere bisogno un maggiore sostegno. Per questo Coldiretti si è battuta con forza per richiamare l’attenzione della Regione Toscana sulle difficoltà dei due settori e tradurle in azioni concrete attraverso l’adozione di interventi specifici da inserire nel  nuovo piano di sviluppo rurale 2007-2013. In seguito alle pressioni esercitate ai tavoli di concertazione, si sono ottenuti risultati importanti per le imprese. Le aziende a indirizzo olivicolo e zootecnico (in particolare bovini da carne e ovini da latte), che operano in zone montane e svantaggiate, infatti, potranno contare, rispetto a come era stata inizialmente declinata la scaletta delle priorità, sull’assegnazione di un maggior numero di punti: fino a un massimo di 8 su 40. Ulteriori priorità sono inoltre previste per le imprese che realizzano investimenti di natura ambientale (gestione effluenti di allevamento) e per le aziende che ricadono in zone soggette a specifici vincoli o protezioni  ambientali. Con questi aggiustamenti, il settore, attraversato da cristi strutturali e di mercato che Coldiretti si riserva di approfondire anche in altre sedi, a cominciare da una adeguata riflessione sugli interventi per favorire e diffondere la vendita diretta, può contare su innegabili vantaggi rispetto agli altri. E’ quanto è emerso dal recente incontro tra presidenti e direttori dell’organizzazione agricola, dedicato alla ricognizione dei settori agricoli in maggiore difficoltà e delle misure necessarie per sostenerli adeguatamente. Al termine dell’incontro, si è evidenziato che altre opportunità potrebbero maturare attraverso l’Asse 4 e i programma Leader, ancora da verificare e valutare.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi