8 Agosto 2022
SICCITA’: COLDIRETTI TOSCANA, BENE CREDITO D’IMPOSTA SU GASOLIO AGRICOLO ED AUMENTO RISORSE FONDO SOLIDARIETA’ PER DANNI

Contro il caro carburanti è importante l’estensione del credito d’imposta sull’acquisto di gasolio per i trattori e degli altri macchinari necessari al lavoro in campi e stalle e alle barche per la pesca per garantire la produzione agroalimentare nazionale in un momento difficile per l’agricoltura nazionale stretta fra i danni dei cambiamenti climatici e gli effetti della guerra in Ucraina su materie prime ed energia. E’ quanto riferisce Coldiretti Toscana in merito alle decisioni adottate nell’ultimo Consiglio dei Ministri con l’approvazione delle misure del Decreto Legge Aiuti Bis che rappresenta un altro importante intervento del Governo Draghi per il sostegno a imprese e famiglie.

Significative le misure destinate al sostegno delle imprese agricole richieste da Coldiretti, nel corso dell'ultima Assemblea nazionale il 28 luglio scorso e che sono state accolte dal Governo. In particolare – spiega Coldiretti Toscana - è di grande rilievo la previsione di un ulteriore credito di imposta per il terzo trimestre 2022 per gli acquisti di carburante effettuati dalle imprese agricole e della pesca. Tale credito – continua Coldiretti Toscana - era stato già riconosciuto alle imprese agricole per il primo trimestre 2022 e a quelle della pesca per il primo e secondo trimestre 2022.

Altrettanto importante – sottolinea Coldiretti Toscana - è l'aumento del Fondo di solidarietà nazionale per indennizzare le imprese agricole che hanno subito danni dalla siccità eccezionale verificatasi a partire dal mese di marzo 2022 e che non beneficiavano, al verificarsi dell’evento dannoso, della relativa copertura assicurativa.

A causa della siccità la campagna toscana – spiega Coldiretti Toscana – è in grande difficoltà con un riduzione del 30% della produzione agricola tra raccolti mancati, minori rese e prodotti danneggiati dal sole. La siccità mette a rischio la biodiversità insieme ai 464 tesori del gusto, i prodotti agricoli tradizionali regionali per effetto di un mix eccezionale di fattori climatici di assenza di precipitazioni, stress idrico e temperature estreme che hanno ridotto fino al 35% la produzione di latte indispensabile per produrre 34 tipi di formaggi diversi Made in Tuscany. In difetto le stime per la prossima vendemmia con l’Isola d’Elba primo terroir ad iniziare la raccolta delle varietà pinot nero: si stima una riduzione del 10% delle uve mentre – continua Coldiretti Toscana - è allarme negli uliveti con il caldo che rischia di far crollare le rese produttive, mentre in montagna, nel Casentino – conclude Coldiretti – si registrano fenomeni di disseccamento.

La domenica pranzi insieme ai nonni?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi