11 Marzo 2022
ACQUA: COLDIRETTI TOSCANA, AL VIA PROGETTAZIONE OPERE IRRIGUE CON 1,2 MILIONI DI EURO. NUOVA FASE GESTIONE “BENE COMUNE” IN AGRICOLTURA

Con il  pressing di Coldiretti Toscana e ANBI regionale al via la progettazione delle opere irrigue in Toscana per la gestione dell’acqua in agricoltura più funzionale e a servizio dell’imprenditoria agricola regionale. È quanto afferma Coldiretti Toscana, in relazione alla delibera n. 236 del 7 marzo 2022  della Giunta regionale che stanzia 1,2 milioni di euro per i contributi in favore dei Consorzi di bonifica per la progettazione di interventi finanziabili da fondi di coesione europei o nazionali ex art. 1 della l.r. 54/2021 a valere sulle disponibilità̀ del capitolo di uscita n. 11500 (stanziamento puro) del bilancio di previsione 2022/2024, annualità 2022.

La Toscana è la prima regione d’Italia a decidere - aggiunge Coldiretti Toscana - di sostenere i costi delle progettazione dei Consorzi di Bonifica per le nuove infrastrutture irrigue aprendo di fatto una prospettiva nuova per l’agricoltura regionale. “L’impegno ed il lavoro sinergico tra Coldiretti ed Anbi Toscana, unito alla capacità di ascolto della giunta regionale, per cui ringraziamo il Presidente Giani, il vice presidente Saccardi, l’assessore Monni e il Consiglio Regionale che hanno messo in condizione la nostra regione di arrivare ad un risultato importante che getta le basi per la realizzazione di nuove infrastrutture irrigue consortili pubbliche, con lo scopo di migliorare la gestione dei prelievi idrici e favorire il risparmio idrico. – analizza Fabrizio Filippi, Presidente Coldiretti Toscana”, sottolineando che la sfida non è solo strutturale, ma di “approccio sostenibile - conclude Filippi - al tema della risorsa acqua alla luce degli effetti sull’agricoltura dei cambiamenti climatici”.

Ai ringraziamenti di Coldiretti si uniscono quelli del Presidente di Anbi Toscana, Marco Bottino “per aver scommesso sui progetti irrigui che abbiamo presentato per sostenere il comparto agricolo. Si tratta di un provvedimento atteso, unico in Italia, che supporterà le imprese agricole toscane nella loro attività d’eccellenza” e del direttore dell’Anbi Toscana, Fabio Zappalorti secondo cui “finalmente la Toscana recepisce appieno l’emergenza rappresentata dalla siccità e l’opportunità che l’irrigazione collettiva rappresenta per lo sviluppo di un’agricoltura sempre più sostenibile”.

La domenica pranzi insieme ai nonni?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi